Le proposte progettuali dovranno essere inviate entro martedì 29 novembre 2022 tramite la specifica piattaforma

Da martedì 8 novembre sarà possibile presentare le proposte progettuali per partecipare alla selezione per il Progetto di rilevante interesse internazionale Legacy Expo 2020 Dubai. Così stabilisce il bando pubblicato dal Ministero dell’Università e della ricerca (MUR) che dà attuazione al Decreto Interministeriale 937 del 4 agosto 2022.
Il “Progetto” – presentato nel corso dell’ultima edizione di Expo a Dubai – intende contribuire al conseguimento degli obiettivi di internazionalizzazione della ricerca fissati dal Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (il Pnrr), nell’ambito della missione 4 “Istruzione e ricerca”, componente 2 “Dalla ricerca all’impresa”; questo anche al fine di potenziare le competenze di supporto all’innovazione e di costruire percorsi ibridi, interdisciplinari e interculturali, e nuovi profili professionali, su ambiti di rilevante interesse strategico.

Il bando
Il bando prevede la realizzazione di tre strutture per l’avvio e il primo sviluppo dei progetti di ricerca e alta formazione nella regione mediorientale, quale legacy della partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai: il Campus Arabo-Mediterraneo (tipologia intervento: a); il Centro di ricerca e alta formazione per la digitalizzazione e per la ricostruzione dei beni culturali e per la produzione artistica e culturale legata all’intelligenza artificiale ed alle nuove tecnologie (tipologia intervento: b); il Campus di ricerca ed alta formazione sulla trasformazione del cibo (tipologia intervento: c).

Le risorse
Le risorse complessive disponibili sono pari a 7 milioni di euro, di cui 2 milioni saranno stanziati per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026. Più in dettaglio, il finanziamento destina 2,380 milioni al Campus Arabo-Mediterraneo; 2,310 milioni al Centro di ricerca e alta formazione per la digitalizzazione e per la ricostruzione dei beni culturali e per la produzione artistica; 2,310 milioni al Campus di ricerca ed alta formazione sulla trasformazione del cibo.

Le candidature
Le candidature potranno essere presentate da Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), da Università ed Istituzioni universitarie italiane – statali e non statali -, da Enti pubblici di ricerca vigilati dal MUR, da Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pubblici e privati, nonché dall’Istituto superiore di Sanità ed Istituti zooprofilattici sperimentali (IZS) e dall’Istituto centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale. Le proposte progettuali dovranno essere inviate entro martedì 29 novembre 2022 tramite l’apposita piattaforma Cineca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su