“Per me è arrivato il momento”, ha detto ai membri del suo partito laburista. E ha annunciato che le prossime elezioni si terranno il 14 ottobre

La premier neozelandese, Jacinda Ardern, ha annunciato che si dimetterà a febbraio. “Per me è arrivato il momento”, ha detto ai membri del suo partito laburista. “Non ho abbastanza energie per altri quattro anni”. Ardern, 42 anni, è diventata primo ministro in un governo di coalizione nel 2017. Negli ultimi sondaggi ha visto crollare la sua popolarità e quella del suo partito.
Nella sua prima apparizione pubblica da quando il Parlamento è entrato in pausa estiva un mese fa, Ardern ha detto che sperava di usare questo periodo per trovare l’energia per continuare a governare. “Ma non sono stata in grado di farlo”, ha ammesso. Ha annunciato che le prossime elezioni si terranno il 14 ottobre e che fino ad allora continuerà a ricoprire la carica di deputato.
Al termine del discorso si è rivolta alla figlia Neve: “La mamma sarà accanto a te quando comincerai la scuola quest’anno”. E poi al compagno Clark: “E ora sposiamoci”.
Ardern ha dichiarato che le sue dimissioni avranno effetto entro il 7 febbraio e che si voterà un nuovo leader entro tre giorni. Il vice primo ministro Grant Robertson ha immediatamente chiarito che non si candiderà per la successione. Il primo ministro uscente ha assicurato che non c’è alcuna ragione segreta dietro le sue dimissioni.
“Sono un essere umano. Diamo tutto quello che possiamo per tutto il tempo che possiamo, e poi arriva il momento. E per me quel momento è arrivato”, ha dichiarato Ardern. “Me ne vado perché da una posizione così privilegiata deriva una grande responsabilità. La responsabilità di sapere quando si è la persona giusta per guidare, e anche quando non lo si è”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top
Torna su