Regina Elisabetta

La sovrana del Regno Unito è morta a 96 anni suscitando un’ondata di commozione generale. La proclamazione del nuovo re sabato 10 settembre

Il mondo piange la regina Elisabetta. La sovrana del Regno Unito è morta ieri a 96 anni suscitando un’ondata di commozione nel Paese. Da Papa Francesco a Biden, i leader della Terra hanno reso omaggio alla monarca che ha regnato per sett’antanni.
Tutti i riflettori ora sono puntati su re Carlo III che sarà formalmente proclamato re del Regno Unito nella giornata di domani, sabato 10 settembre. Ma oggi, al suo ritorno dal castello di Balmoral, dove tutta la famiglia reale si è riunita, il nuovo re dovrebbe incontrare il primo ministro britannico Liz Truss. Intorno alle 18 ora locale la televisione britannica trasmetterà il suo primo discorso alla nazione.

Consiglio Ue Energia inizierà con minuto silenzio

I ministri dell’Energia dei Ventisette inizieranno la riunione del Consiglio Ue straordinario rispettando un minuto di silenzio per la morte della regina Elisabetta. Lo ha annunciato il vice primo ministro ceco, Jozef Sikela, della presidenza del Consiglio Ue.

Le ultime ore di Elisabetta II: accanto a lei solo Carlo e Anna

A meno di 24 ore dalla sua morte, emergono dettagli sulle ultime della regina Elisabetta II: solo Carlo, il primogenito e ora nuovo re, e la principessa Anna, che erano già in Scozia quando la situazione è precipitata, sono arrivati in tempo per vederla viva.
Il trapasso è stato rapidissimo, al punto che nessuno degli altri familiari è arrivato in tempo per darle un ultimo saluto.
Secondo il Daily Mail, Carlo, arrivato in elicottero da Windsor, e Anna sono rimasti al suo fianco negli ultimi minuti sul letto di morte. Poi si è unita a loro, Camilla, che trascorreva gli ultimi giorni d’estate poco distante, nella residenza di Birkhall, proprio nella tenuta, e che è riuscita a unirsi al gruppo nei momenti finali, insieme alla sua assistente personale, Angela Kelly, e al medico.
Gli altri figli della regina, Andrea ed Edoardo, erano a Londra, e non sono riusciti ad arrivare in tempo. Con loro sono arrivati in aereo, dal Berkshire ad Aberdeen e poi a Balmoral, anche il principe William e la moglie del principe Edoardo, Sophie, la contessa di Wessex, amatissima dalla regina. Il gruppo familiare è arrivato in Scozia alle 16:00, varcando i cancelli di Balmoral a bordo di una Range Rover guidata da William un’ora dopo. Sebbene Buckingham Palace non abbia confermato l’ora della morte, probabilmente non sono riusciti a vedere la regina prima della sua morte. Il principe Harry invece si è unito alla famiglia solo in serata, ma era da solo. La moglie Meghan è rimasta a Londra per rispettare l’intimità della famiglia; e la moglie di William, Kate, è rimasta invece ad accudire i tre figli, che proprio ieri hanno acvuto il primo giorno nella nuova scuola, a Windsor.

Elisabetta II, per giorni la salma sarà esposta a Westminster

Per quattro giorni la bara della regina Elisabetta II, morta ieri a 96 anni, sarà esposta al pubblico prima dei funerali che avverranno tra una decina di giorni (la data ufficiale non è stata ancora annunciata, ma dovrebbero essere domenica 18 o lunedì 19 settembre).
La bara della regina sarà esposta per consentire al pubblico di porgere l’ultimo saluto. Poichè è morta in Scozia, ci sarà un primo omaggio proprio a Edimburgo, dove la salma sarà probabilmente esposta nella cattedrale di St Giles per consentire ai sudditi di onorare la monarca. Poi il feretro verrà trasportato a Londra, dove la salma sarà esposta nella vasta Westminster Hall, la sala medioevale nel Palazzo di Westminster (dove fu onorata anche la regina madre, nel 2002, davanti alla quale sfilarono oltre 200mila persone). Il feretro sarà portato a Westminster Hall da Buckingham Palace in una lenta processione, accompagnata da una parata militare e da membri della Famiglia reale.  I funerali di Stato della regina dovrebbero aver luogo nell’Abbazia di Westminster tra meno di due settimane: il giorno esatto sarà confermato da Buckingham Palace. L’Abbazia è la imponente cattedrale dove vengono incoronati i re e le regine della Gran Bretagna, e dove lei fu incoronata regina nel 1953, e sposò il principe Filippo nel 1947. Il giorno del funerale sarà ‘cordoglio nazionale’ e in tutto il Regno Unito verranno rispettati due minuti di silenzio.
La bara della regina verrà trasportata da Westminster Hall all’Abbazia di Westminster sulla State Gun Carriage della Royal Navy (la carrozza che fu vista l’ultima volta nel 1979 per il funerale dello zio del principe Filippo, Lord Mountbatten, trainata da 142 marinai della Royal Navy). E’ probabile che i membri anziani della Famiglia reale, incluso il nuovo re, li seguano in processione. Dopo il servizio funebre, la bara della regina verrà portata in processione dall’abbazia ai luoghi più iconici di Londra, a Wellington Arch, all’Hyde Park Corner di Londra, prima di essere trasportata a Windsor con il carro funebre. La bara verrà quindi trasportata al castello di Windsor dove, nel pomeriggio, Elisabetta II verrà sepolta nella King George VI Memorial Chapel accanto al principe Filippo. E quello sarà il suo ultimo viaggio.

Stati Uniti, omaggio mondo sport: minuto di silenzio a Yankee Stadium

Il mondo dello sport Usa omaggia la regina Elisabetta II, scomparsa ieri a 96 anni. Nel baseball, in occasione del match New York Yankees-Minnesota Twins, i giocatori si sono fermati per osservare un minuto di silenzio, rivolti verso un’immagine della monarca proiettata sullo schermo dello Yankee Stadium i giocatori. La National Football League ha tenuto un momento di silenzio prima della partita di inizio stagione tra Buffalo Bills e Los Angeles Rams al SoFi Stadium di Inglewood, in California.

Carlo III, la sua prima giornata da re e il discorso alla nazione

Un incontro con la premier Liz Truss e con i funzionari incaricati del funerale di Elisabetta II, e il discorso alla nazione, poi domani sarà proclamato re: Carlo III inizia oggi del sue mansioni reali. Al momento della morte della regina, infatti il trono è passato immediatamente e senza cerimonie all’erede, l’ex principe di Galles. Ma ci sono una serie di passaggi pratici – e tradizionali – che deve compiere per essere proclamato re.
Carlo III e la moglie Camilla, la regina consorte, torneranno oggi a Londra, dopo aver trascorso la notte con la famiglia a Balmoral, dove è morta la regina Elisabetta II. la proclamazione domani al St James’s Palace di Londra. Oggi l’incontro con la premier, Truss, e la decisione della durata del periodo di lutto della Famiglia reale. Verranno sparati colpi di cannone – uno per ogni anno di vita della regina – ad Hyde Park nel centro di Londra e dalla Torre di Londra, l’antica fortezza reale sul fiume Tamigi. Suoneranno anche le campane all’Abbazia di Westminster, alla Cattedrale di St Paul e al Castello di Windsor, mentre le bandiere dell’Unione sventoleranno a mezz’asta.

Il presidente cinese Xi Jinping scrive a re Carlo III: “Grave perdita”
Il Presidente cinese Xi Jinping ha espresso le sue “sincere condoglianze alla famiglia reale britannica, al governo e al popolo” per la scomparsa della Regina Elisabetta II. “A nome del governo e del popolo cinese e a nome proprio, Xi Jinping ha espresso le sue profonde condoglianze”, ha dichiarato la Cctv. “La sua morte è una grande perdita per il popolo britannico”, ha affermato il leader cinese.

Elton John, il ricordo della regina durante il tuor in Canada
Elton John ha reso omaggio alla regina Elisabetta II durante il suo ultimo concerto a Toronto, dicendo che la regina lo ha ispirato. “Ho 75 anni ed è stato con me per tutta la vita”. Il cantautore ha quindi eseguito il suo brano “Don’t Let the Sun Go Down on Me”

Carlo, oggi l’incontro con il primo ministro. La proclamazione domani
Carlo III sarà formalmente proclamato re del Regno Unito domani. Al suo ritorno dal castello di Balmoral, Carlo III incontrerà il primo ministro britannico Liz Truss. Intorno alle 18 ora locale la televisione britannica trasmetterà il discorso preregistrato del re.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su