Gershon Fuentes, residente a Columbus, ha confessato di aver violentato la bambina almeno due volte

Un uomo di 27 anni è stato arrestato e incriminato per lo stupro della bambina di 10 anni alla quale è stato negato di interrompere la gravidanza in Ohio a seguito della legge entrata in vigore nello Stato dopo che la Corte Suprema ha annullato la sentenza che tutelava il diritto all’aborto. La bambina era stata costretta a trasferirsi nel vicino Indiana per poter interrompere la gravidanza.
Dopo l’arresto Gershon Fuentes, residente a Columbus, ha confessato di aver violentato la bambina almeno due volte. La vicenda della piccola a cui era stato negato l’aborto dopo la violenza sessuale ha attirato una grande attenzione negli Stati Uniti e lo stesso presidente Joe Biden l’ha citata in un suo recente discorso in occasione della firma di un ordine esecutivo per difendere l’accesso all’aborto.
La notizia della gravidanza era stata data nelle ultime settimane per falsa, ma la polizia dell’Ohio ha confermato sia la violenza subita, sia la decisione della famiglia di uscire dallo Stato per abortire. Il caso della bambina era stato anche bollato come fake news da molti anti-abortisti. L’accusa era che sarebbe stata inventata “solo per difendere” la posizione dell’amministrazione Biden contro la Corte Suprema, che ha vietato l’aborto per qualsiasi caso, compreso l’incesto e lo stupro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su