Fonte: La Stampa

Roma è pronta a ospitare il G20, la conferenza dei leader delle venti economie più sviluppate del pianeta. Vaccini, clima e salute al centro dell’agenda del capi di Stato. In programma oggi il meeting congiunto dei ministri delle Finanze e della Salute per fare il punto sui vaccini e sulla situazione pandemica.

Sanità e clima al centro
I tavoli del G20 anticiperanno i temi della Cop 26, la conferenza sul cambiamento climatico cui prenderanno parte 197 nazioni. L’incontro tra i grandi del mondo riguarderà anche le risorse economiche da stanziare. Secondo un accordo del 2009, i Paesi ricchi avrebbero dovuto stanziare 100 miliardi l’anno per favore l’adattamento di quelli più poveri alla trasformazione del clima. E’ uno dei quattro obiettivi ambientali rilanciati da Cop26 che doveva essere raggiunto entro il 2020. Ma così non è stato.

Biden a Roma
Il presidente è già atterrato nella Capitale. Ad accompagnarlo giù dalla scala dell’Air Force One, la first lady Jill Biden. Con loro anche il segretario di Stato Usa Antony Blinken e il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan.
L’agenda istituzionale è fitta di impegni: dall’incontro con il presidente della Repubblica Mattarella al premier Mario Draghi. Previsto anche un incontro con Papa Francesco. Un incontro importante, per il primo presidente cattolico Usa a distanza di sessant’anni da Kennedy. Poi anche un faccia faccia con il presidente francese Emmanuel Macron, nel tentativo di ricucire lo strappo legato al patto Aukus, l’accordo tra Francia e Australia per la vendita di sottomarini scavalcato di fatto con l’acquisto da parte di Cranberra di mezzi statunitensi, scatenando una dura polemica da parte del governo francese. Il soggiorno europeo di Biden proseguirà a Glasgow, sede della prossima edizione della Cop26.

Xi Jinping in videoconferenza
Il presidente cinese – che non lascia la repubblica popolare dal 2020 – sarà presente da remoto al summit. Altri leader del G20 non saranno presenti alla conferenza: il president russo Vladimir Putin e il primo ministro giapponese Fumio Kishida. È probabile che Xi Jinping parteciperà a distanza anche alla Cop26. Una decisione che è anche un messaggio politico: scegliendo di presenziare da remoto, il Paese primo al mondo per emissioni di Co2 potrebbe aver già deciso di non concedere più margine sui temi cardine della conferenza sul clima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su