Fonte: Huffington Post

Si tratta del livello più alto mai raggiunto. Il presidente Rohani: “Risposta al terrorismo nucleare” di Israele, “responsabile del blackout del fine settimana”

L’Iran comincerà la settimana prossima a produrre l’uranio arricchito al 60% nel suo impianto nucleare di Natanz, il più alto mai raggiunto. A riferirlo oggi è stato l’ambasciatore Kazem Gharibabadi, rappresentante della Repubblica islamica presso l’Agenzia internazionale per l’energia atomica.
Una decisione che deve essere letta in risposta “terrorismo nucleare” di Israele: Teheran risponderà “sicuramente ai complotti dei sionisti e questo è stato il primo passo ”, ha dichiarato il presidente iraniano, Hassan Rohani, accusando lo Stato ebraico di essere il responsabile del blackout che ha colpito alcuni giorni fa la centrale nucleare in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su